Sarò sincera: quando all’inizio di giugno ho scoperto che la sfida del mese del MTChallenge 58  riguardava la pizza, mi sono un po’ preoccupata.

Non sono una  di quelle che impasta la pizza almeno una volta a settimana e non ho quindi dalla mia parte l’esperienza consolidata che richiede l’argomento. Ma cosa serve partecipare al MTChallenge, oltre che a divertirsi, se non ad imparare confrontandosi?

Leggendo il post dettagliatissimo di Antonietta che ha vinto la sfida del mese scorso  e ha scelto la ricetta di questo mese, ho preso un po’ di fiducia e  pensato che  dovevo affrontare questa sfida  con spirito positivo. Con tutti quei passaggi spiegati così chiaramente  nel post e che vi invito a leggere, anche per tutte le informazioni sugli ingredienti di base è, alcune da me ignorate finora,  mi sono detta :”Chissà che non sia la volta buona? Sarà questa pizza della tradizione napoletana a diventare il  mio nuovo punto di riferimento?”

Al lavoro, dunque. Mentre per la base il procedimento da seguire è  ferreo ( meno male!), sulla farcitura ci è concessa dal regolamento libertà di azione, così,non avendo un cavallo di battaglia. ho pensato di giocare  con la scelta degli ingredienti. D’altra parte questa è la parte divertente: una volta superato lo scoglio dell’impasto e con il forno dalla tua parte,  è bello avere l’occasione di sperimentare , come in ogni sfida Mtc. E poi cosa c’è di meglio della pizza per scatenare la fantasia?

Ora che il risultato è sul tavolo  ringrazio Antonietta e l’MTChallenge  perché  finalmente dal mio forno ( che a dire il vero con i suoi 20 anni di  onorato servizio  e i suoi 220° massimo ci ha messo sempre del suo per rendere il mio rapporto con la pizza ‘problematico’) è uscita una pizza  veramente buona che è stata apprezzata e promossa da tutta la famiglia.

In questa caldissima giornata di giugno, ha avuto forse inizio una nuova era in casa mia?

Pizza in teglia con baccalà cipolle e pomodorini

Pizza in teglia con baccalà cipolle e pomodorini

 
Maturazione in frigo, lievitazione in teglia
Idratazione 65%
Consistenza:  morbida
diametro stampo 32 cm 
Ingredienti
450 g di farina
290 ml di acqua minerale naturale
12 g di sale
1 g di lievito di birra

Farcitura

350 g di baccalà bagnato
2 cipollotti di Tropea di media grandezza
6/7 pomodorini secchi sottolio
rosmarino
olio
Procedimento
Setacciare la farina, trasferirla in ciotola, fare la fontana, aggiungere il lievito di birra sciolto in una tazzina di acqua prelevata dal totale, il resto dell’acqua ed infine il sale sulla farina, verso il bordo della ciotola.
Iniziare a incorporare man mano la farina,  intridendola con le dita e poi una volta terminato, ribaltare sul piano da lavoro e impastare per 10 minuti, piegando e ripiegando più volte, schiacciando l’impasto senza strapparlo.impasto pizza

Trasferire in una ciotola, coprire con pellicola e lasciar a temperatura ambiente per 1 ora. Trasferire poi  in frigo per 8/10 ore, ma volendo anche 15/18  ore (io 12) .

Togliere dal frigo e lasciar a temperatura ambiente per 2 ore senza la pellicola ma coperta con uno strofinaccio umido e comunque fino a quando l’impasto risulti gonfio.Ribaltare sul piano da lavoro, stendere con le mani, senza schiacciare, ma allargando l’impasto dal centro verso il bordo, infilare le mani sotto il disco di pasta fino a poggiarlo su metà avambracci e traferire in una teglia oliata.

Lasciar lievitare altre 2 ore coperta da uno strofinaccio umido.

pizzastesa

Riscaldare il forno alla massima temperatura in modalità statica  senza mai aprire lo sportello.Quando la spia della temperatura si spegne aspettate ancora 20/30 minuti. 

Nel frattempo preparate la farcitura tagliando i cipollotti a fettine sottili,  i pomodorini  secchi a listarelle e il baccalà a pezzi di 2/3 cm.In un tegamino riscaldate leggermente un bicchiere abbondante di  olio  con un rametto di rosmarino. Immergetevi i pezzettini di baccalà che devono rimanere ben coperti e fate cuocere per 3/4 minuti ( devono risultare bianco lucido).Regolate eventualmente di sale. Conservare  il baccalà nell’olio di cottura.

Condite la pizza  spennellandola  con  l’olio di cottura del baccalà che si sarà intiepidito  e qualche ciuffetto di rosmarino .Cuocere nel ripiano centrale per 20 minuti, spostandola in alto o in basso a seconda  che risulti bianca sopra o sotto. A metà cottura  aggiungere  la cipolla a fettine e reinfornare.

Quando la pizza è cotta, completare la farcitura con le ‘sfoglie’ ricavate dal baccalà, i pomodorini, i ciuffetti di rosmarino e un giro d’olio.Pizza in teglia con baccalà cipolle e pomodorini

Pizza in teglia con baccalà cipolle e pomodorini

Con questa ricetta partecipo  alla sfida 58 dell’ MTChallenge

pizza

Salva

4 thoughts on “Pizza in teglia con baccalà cipolle e pomodorini

  1. Tina hai ottenuto una buona pizza con una farcitura che trovo equilibrata e molto saporita.
    Un solo appunto voglio farti che non pregiudica il mio giudizio nei confronti del tuo lavoro
    Se parliamo di pizza in teglia la pratica e la tradizione vogliono che questa deve coprire tutta la teglia fino ai bordi, altrimenti come hai fatto tu è una pizza al piatto che doveva essere appoggiata sulla teglia rovente. Ma con questa ricetta ti sarebbe venuta molto più croccante e non si poteva dunque parlare di pizza al piatto
    Fatto questo inciso senza alcuna presunzione di ergermi a maestra, ci tengo a dirti che hai fatto un ottimo lavoro
    Grazie

    • Antonietta, vista la tua esperienza,le tue osservazioni sono sempre ben accette. In realtà per seguire alla lettera le tue istruzioni e cercare di avvicinarmi il più possibile al risultato indicato , ho steso una pizza con diametro da 32 ( ho pure misurato!). Purtroppo non ho in casa la teglia di ferro circolare di quelle dimensioni e così ho pensato di supplire con la leccarda del forno. Ho peccato di ingenuità. Grazie comunque per le tue indicazioni che mi hanno dato modo di sfornare una buona pizza e questo a casa mia è già un gran bel risultato.

  2. Ho provato anch’io quest’impasto ma con lievito madre..le vostre meravigliose creazioni mi avevano troppo ispirata 🙂 ed il risultato è stato sorprendente tanto che ho già replicato 3 volte ed ho fatto la felicità della famiglia (e la mia ovviamente!)
    Golosissima la tua farcia, te ne ruberei un pezzo x merenda se fosse possibile 😛
    Buona settimana e a presto <3

    • Grazie Consuelo, fa sempre piacere sapere che sia piaciuta, addirittura replicata, una tua ricetta! Immagino sia lo stesso anche per tè visto che sei bravissima. Buona settimana anche a te!☺

Rispondi