Tortilla classica di patate e cozze

Tortilla classica di patate e cozze

Siamo alla  sfida n.72 Mtchallenge.  Una sfida  particolare  perché  da questo  mese il gioco cambia le sue regole e per 3 mesi saremo chiamati a gareggiare  per conquistare  uno dei 24 posti disponibili  per la nuova  versione MTC  che prenderà  avvio da settembre.  Le sfidanti sono tutte bravissime per cui non mi faccio  illusioni e cerco di fare il mio meglio per essere all’altezza della situazione. 

Mai che ha vinto la sfida scorsa ci invita a divertirci  e sicuramente  ha ragione.  Ritengo  quindi che sia giusto lavorare seriamente, ma non prendersi troppo  sul serio e soprattutto  non farsi prendere  dall’ansia da prestazione, ricorrendo ad effetti speciali  tirati fuori  soloper l’occasione. Certo sarei felice  di essere  scelta, ma qualora  ciò  non dovesse  accadere,  sarò   contenta di questi due anni  passati  con il gruppo MTC e di tutte le esperienze fatte, compreso l’aver conosciuto anche solo virtualmente tante brave colleghe. 

Per ora quindi non resta che  godersi le sfide rimaste fino a giugno.  Vorrà  dire  che d’ora in poi,  quando  mi sveglio, nel cuore della notte, o prima di addormentarmi  conterò  le pecorelle,  anziché  pensare a come preparare il piatto. Questo mese vanno proposte una tortilla classica e una creativa. Partiamo dalla prima .

Tortilla classica di patate e cozze con crema di broccoletti al peperoncino

tortilla

Ingredienti
(per una padella di 20 cm di diametro)
 
600 g di patate (sbucciate)
5 uova
1 cipolla dorata piccola
olio extra vergine
sale
pepe
1/2 kg di cozze
un broccoletto siciliano
peperoncino
 
Pulire le cozze con abbondante acqua. Versare in una pentola  un cucchiaio di olio, aggiungere le cozze, porre su fuoco vivo e coprire. Cuocere le cozze per qualche minuto, scuotendo di tanto in tanto la pentola. Quando  le cozze sono aperte spegnere ,  pepare e togliere i gusci tenendo da parte i molluschi.
Sbucciare  le patate e tagliarle a pezzi irregolari ( seguo il consiglio di Mai). Scaldare l’olio nella padella e versarvi le patate. Dopo 5 minuti aggiungere la cipolla tagliata a fettine sottilissime. Salare e girare le patate ogni tanto in modo  che non si attacchino. Si possono far saltare o  si può utilizzare un cucchiaio di legno facendo attenzione a non spappolare le patate.
Sbattere le uova in una ciotola.
Quando le patate  e le cipolle sono dorate aggiungerle alle uova facendo attenzione a scolarle dall’olio in eccesso. Mescolare subito, salare, aggiungere le cozze e amalgamare bene.
Rimettere il composto nella padella dove va lasciato poco  olio. Cuocere a fuoco basso  facendo attenzione che non si attacchi. Usare un cucchiaio di legno o,se avete polso,  muovendo la padella.

Dopo 3/4 minuti è il momento di girare la tortilla.

Seguire il consiglio di Mai è obbligatorio. Usare un piatto piano più grande della padella, leggermente inumidito. Mettere  il piatto sulla padella, appoggiare la mano sopra mentre con l’altra mano prendere la padella e girarla, accompagnando il piatto.  Far scivolare la tortilla di nuovo nella padella. Per ottenere l’effetto cuscinetto occorre rincalzare i bordi  sempre con un mestolo di legno. 

Quando la tortilla è cotta farla scivolare nel piatto (stavolta non serve che sia inumidito) usando lo stesso procedimento di prima. La tortilla dovrebbe essere un po’ bavosa al centro (un po’ più della mia ) e può essere consumata calda o fredda.

Ho accompagnato la tortilla  con  una crema di broccoletti al peperoncino da preparare così.

Lessare il broccoletto lavato  in acqua salata. Scolarlo e tuffarlo in acqua e ghiaccio. Scolarlo di nuovo.  Scaldare un paio di cucchiai di olio con il peperoncino e versarlo nella coppa del mixer insieme ai broccoletti. Frullare il tutto e  servire con la tortilla.

Con questa ricetta partecipo alla sfida n.72 Mtchallenge



8 thoughts on “Tortilla classica di patate e cozze”

  • Le cozze nella Tortilla de patatas !!!Mi viene l’acquolina in bocca. Me la segno in cima alla lista.Le cozze sono tra i miei cibi preferiti e qui devono starci divinamente. Bravaaa!!
    Un abbraccio. Vera

  • A parte che se non ti addormentassi pensando alla sfida MTC lo potresti sempre fare pensando a una delle altre attività cucinifere parallele legate alle iniziative MTC, io non sarei poi così sicura che chi lavora seriamente senza prendersi sul serio abbia stia sbagliando qualcosa…

  • Questa dovresti dedicarla a mio marito sai quanto ci va a nozze? Anzi sono convinta che pure lui l’avrebbe fata come te se partecipasse ancora… questa è una proposta molto gustosa e saporita e molto ben accompagnata con quella crema di broccoli piccantina!
    Bella scelta

  • Ho sempre detto che la tua è una bravura che va oltre e ora ho scoperto anche il tuo segreto: fare le cose seriamente, senza prendersi sul serio. E’ il motore immobile dell’MTC, il verbo che diffondiamo da anni 🙂 spesso invano perchè può essere compreso solo da chi ci nasce. e tu, modestamente 🙂
    Di questa prova, ti dico solo che pensavo fosse quella creativa, fa’ un po’ tu 🙂 Bravissima!

    • Aspetto sempre il tuo commento perchè hai la capacità di cogliere nel segno e sembra che mi conosci da una vita. Ma come fai?

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.