Vellutata dolce ai mirtilli

Vellutata dolce ai mirtilli

ovvero

Crema inglese ai mirtilli, crostini di ricotta al limone, scaglie di cioccolato con briciole di zucchero ai mirtilli

Prima della trasferta a Cecina per la finale del Contest ‘Pomodoro e Pasta 2.0’, per non farvi sentire la mia mancanza, vi propongo  questo dessert, preparato  qualche settimana fa per il concorso #NeffYourSoul dove si dovevano utilizzare una serie di ingredienti  assegnati (cioccolato,ricotta,limone,uova e mirtilli) per creare un piatto in 90 minuti di tempo.

Sono arrivata a questa proposta dopo aver fatto una serie di tentativi  che non mi avevano convinto. Stavo quasi per rinunciare quando, la mattina dell’ ultimo giorno che avevo a disposizione, ho cambiato completamente ricetta e mi sono inventata, senza fare ulteriori prove, questa vellutata dolce ai mirtilli. Considerando  tutto,  sono soddisfatta  di questo dolce al cucchiaio sia dal punto di vista del gusto che dell’aspetto: l’unica modifica che apporterei riguarda la quantità di mirtilli  nella crema inglese che  forse andrebbe leggermente aumentata.vellutata dolce ai mirtilli

Le dosi indicate sono per  2/3 porzioni

Crema ai mirtilli

Schiacciare leggermente 30 g di mirtilli. Preparare una crema inglese portando ad ebollizione 100 g di latte e 35 g di panna.  In una ciotola mescolare 20 g di tuorlo con 30 g di zucchero. Una volta che il latte è caldo versarlo a filo sui tuorli, amalgamare e portare sul fuoco sempre mescolando fin quando la crema. Dopo qualche minuto aggiungere i mirtilli schiacciati. Quando la temperatura della crema raggiunge gli 82-85°C, o vela il cucchiaio, togliere immediatamente dal fuoco e passarla al setaccio raccogliendola in una ciotola fredda o immersa in acqua e ghiaccio, schiacciando molto bene i mirtilli. Mescolare la crema, coprirla con pellicola a contatto e metterla in frigo.

Crostini di ricotta al limone

In una ciotola mescolare 10 g di zucchero con mezzo cucchiaino di scorza di limone grattugiata. Aggiungere 100 gr di ricotta, 5 g di fecola,  e un cucchiaio di succo 5 g di succo di limone. Amalgamare  bene .Sbattere 1 uovo con 90 g di zucchero e montare finché il composto risulta ben gonfio e spumoso. Unire delicatamente alla ricotta . Versare in uno stampo di  20cm di diametro rivestito con carta forno. Cuocere in forno a 160° per circa 40/45 minuti. Far  raffreddare e  una volta freddo ritagliare dei dischetti  circolari.

Briciole di zucchero ai mirtilli

Versare in un pentolino 100 g di zucchero con 3 cucchiai di acqua. Far sciogliere  fin quando  non si formano delle bolle (112°) versare  40 g di mirtilli e mescolare rapidamente. Quando alcuni mirtilli iniziano a rompersi e lo zucchero si colora di  rosso togliere dal fuoco. Con una paletta di legno togliere i mirtilli dalla padella ed appoggiarli su di un piattino.  Staccare  anche lo zucchero  e posarlo con attenzione  sul piatto spezzandolo per formare delle briciole.  Far raffreddare.

Scaglie di cioccolato bianco con zucchero ai mirtilli

Sciogliere 70 gr di cioccolato bianco tritato finemente al microonde o a bagnomaria. Versare il cioccolato in un conetto di carta forno e su una banda di acetato,  colare il cioccolato formando un disegno irregolare incrociato. Mentre il cioccolato raffredda appoggiarvi sopra le briciole di zucchero più piccole. Far raffreddare in frigo.  Quando il cioccolato risulta indurito, staccare dall’acetato e spezzare in pezzi non troppo piccoli.

Composizione

In un piatto versare un paio di cucchiai di crema ai mirtilli e disporre 3 crostini di ricotta.  Aggiungere le briciole di zucchero, le scaglie di cioccolato e qualche mirtillo fresco.

vellutata dolce ai mirtilli

 

 

 

 

Muffins cocco e cioccolato

In questa giornata fredda e piovosa ci vuole qualcosa per tirarsi su di morale.

I muffins sono veramente veloci e facili da preparare e sono proprio una bella coccola.

Ho scelto di preparare la versione superclassica  muffins cocco e cioccolato: un abbinamento molto amato in casa mia.

La ricetta  è quella di ‘Campi di fragole per sempre’ che trovate qui e che comunque riporto sotto. Mi è sembrata subito convincente ed infatti sono risultati ottimi.

Provate a farli anche voi e se volete fatemi sapere.muffins cocco e cioccolato

Muffins cocco e cioccolato

Ingredienti  per 12 muffins
  • 100 g di farina di cocco
  • 150 g farina 00
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • 180 g di zucchero
  • 230 ml di latte fresco
  • 90 ml di olio di semi di qualità
  • 2 uova medie
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • 50 g di cioccolato fondente al 55%
  • farina di cocco q.b.
  • Accendere il forno in modalità statica a 170°.
  • Versare tutti gli ingredienti secchi in una ciotola: farina di cocco, farina 00 setacciata, cacao amaro setacciato, zucchero, lievito con il bicarbonato setacciati e il pizzico di sale. Mescolare.
    In un’altra ciotola versare tutti gli ingredienti liquidi : il latte, le uova, l’olio di semi e l’estratto di vaniglia. Mescolare.
    Versare l’impasto liquido nel solido e amalgamare gli ingredienti quel tanto che basta.
    Prendere una placca da muffins e disporre i pirottini di carta, oppure ungere ed infarinare la teglia,o gli stampini in alluminio usa e getta (come ho fatto io). Riempire ogni pirottino per ¾ della sua altezza.
    Cuocere per circa 20 minuti, fare la prova dello stecchino al quale dovrà rimanere qualche briciolina attaccata, quindi sfornare.
    Fondere dolcemente il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde e versarne un poco in maniera irregolare sulla superficie di ogni muffin, spolverizzare con della farina di cocco.

Nota: il mio forno un po’ vecchiotto  non garantisce sempre una cottura uniforme per cui i muffins sono venuti leggermente diversi l’uno  dall’altro.

 

Biscotti arancio cioccolato e pistacchi

Cosa c’è di meglio di un biscottino goloso per  passare un pomeriggio in casa? Ho pensato  a questo preparando questa ricetta per mia cugina ‘costretta’   tra le mura domestiche per una piccola disavventura. Così la ricetta originaria dei biscottini all’arancio, si è arricchita durante i lavori con il cioccolato e con i pistacchi.

Alla fine mi sono sembrati propri  ‘golosi’ e pronti per giungere a destinazione!

biscotti arancio cioccolato e pistacchi

Biscotti arancio cioccolato e pistacchi

Ingredienti per 12 biscotti accoppiati
Zucchero 70 gr
Burro morbido 55 gr
Uovo 35 gr
Farina 150 gr
Lievito in polvere 4 gr
Succo di arancia 25
Scorza grattugiata di 1 arancia piccola non trattata
Cioccolato fondente 150gr
Pistacchi tritati 120 gr
Zucchero a velo q.b.
Biscotto all’arancio
Montare lo zucchero con il burro morbido con le fruste finché risulta cremoso. Battere leggermente il tuorlo con l’albume ed aggiungere all’impasto. Quando è assorbito unire,nell’ordine, sempre mescolando 25ml di succo d’arancia, la scorza grattugiata ed infine la farina setacciata con il lievito.
Togliere dalla ciotola l’impasto che deve risultare morbido e leggermente appiccicoso (Se lo fosse troppo unire un paio di cucchiai di farina ma non di più), formare un panetto schiacciato, avvolgerlo nella pellicola e tenere in frigo per 50 minuti.
Accendere il forno a 180°.
Passato il tempo di riposo in frigo, riprendere l’impasto e formare delle palline leggermente schiacciate ( io le ho fatte di 12 gr ciascuna) che vanno posizionate su una placca da forno rivestita con carta da forno.
Infornare per 12/15 minuti. Far raffreddare bene ( meglio se per 4/5 ore).
Copertura al cioccolato e pistacchi.
Tritare finemente il cioccolato e versarne 150gr in un pentolino. Far sciogliere bene a bagnomaria o nel microonde a bassa potenza. Quando il cioccolato incomincia a raffreddarsi e risulta un po’più denso, prendere un biscotto e versare con un cucchiaino un po’ di cioccolato sul lato piatto. Appoggiare dal lato curvo su di un piatto e quando il cioccolato risulta più solido accoppiare un altro biscotto come fosse un bacio di dama.
Far raffreddare. Nel frattempo versare in una ciotola i pistacchi tritati finemente. Riscaldare il cioccolato fuso in modo che risulti ancora fluido, con un cucchiaino distribuirne una piccola quantità lungo il punto di attacco dei due biscotti . Ruotare il biscotto nei pistacchi in modo che si attacchi al cioccolato fuso.
Una volta pronti, mettere i biscottini nei pirottini e cospargere di zucchero a velo.

biscotti arancio cioccolato e pistacchi

Gallette di cioccolato al sale nero delle Hawaii

Gallette di cioccolato al sale

Gallette di riso soffiato e cioccolato al sale nero delle Hawaii con ganache all’olio di oliva e peperoncino.

Avete mai provato ad usare  cioccolato  e sale? Per  me questa  è  la  prima volta!  Per l’occasione  ho pensato di  trasformare  una tartina salata  in  qualcosa  di dolce e  ho scelto il sale nero delle Hawaii   per dare una nota  secca e leggermente affumicata a queste gallette di riso soffiato  al cioccolato bianco. Poi mi sono detta perchè non osare fino in fondo? Allora ho completato il tutto con un ciuffo di ganache all’olio di oliva e una spolverata di peperoncino piccante .

Da provare!

gallette di cioccolato al sale

Ingredienti (x circa 8 gallette tonde o 12 quadrate)

Per le gallette di riso soffiato:

230 gr di cioccolato bianco tritato finemente

20 gr di riso soffiato

10 gr di burro salato

Sale  nero delle Haway

Peperoncino piccante in polvere

Per la ganache all’olio di oliva:

100 gr. di cioccolato bianco

100 gr di panna

25 gr di olio evo di buona qualità

Fondere  70 gr di cioccolato  a bagnomaria  o al microonde  a bassa potenza. Versare su un foglio di carta forno appoggiato  su di un piano e  stendere in uno strato il più possibile rettangolare di pochi mm di spessore aiutandosi con una spatola. Fondere sempre a bagnomaria  o microonde  100 gr di cioccolato  con 10 gr di burro salato . Aggiungere il riso soffiato . Mescolare  bene e stendere   uniformemente sopra lo strato di cioccolato precedentemente  preparato. Fondere con lo stesso  procedimento  di prima i rimanenti  60 gr di cioccolato  e versare  sopra  lo strato  di riso soffiato sempre lisciando  con una spatola. Distribuire  i grani di pepe in maniera uniforme  (4 /5 per galletta).

Mettere  in frigo a raffreddare  per  qualche  ora.

Preparare la ganache  all’olio di oliva  portando a bollore la panna con l’olio di oliva. Versare in 3 volte sul cioccolato  tritato  molto finemente,  mescolando  dal centro verso  l’esterno .  Deve risultare  un crema liscia ed omogenea.  Coprire con pellicola  e  tenere in frigo per almeno 2 ore.

Passato il tempo di  raffreddamento   con  una frusta  elettrica  montare  la ganache.  Ricavare dalla tavoletta  di cioccolato  e riso dei  piccoli  quadrati 4x4cm o dei  dischi  di  4 cm di diametro usando un coppapasta. Con una sac a poche  disporre sopra ogni galletta un ciuffo di  ganache e infine spolverare con un pizzico di peperoncino.

Conservare  queste gallette di cioccolato al sale in frigo, fino al momento della degustazione.

Con questa  ricetta partecipo al contest: Cioccolato e Sale dei Fratelli ai Fornelli.cioccolato-sale-banner1

Mattoncino di zucca con croccantino di cioccolato agli amaretti

 

zucca e cioccolato amaretto

Le preparazioni con la zucca sia dolci che salate non appartengono alla tradizione culinaria delle mie parti. Solo da qualche anno e soprattutto grazie alla festa di Halloween , questo ortaggio è diventato  più familiare e di facile reperibilità.

In passato l’ho utilizzata soprattutto  per vellutate e risotti, ma mai finora l’ho usata insieme al cioccolato, come richiesto dall’abbinamento ‘Cioccolato e…’ di novembre; quindi mi sono messa alla prova.

Prima di iniziare  devo fare una precisazione.

Non avendo  mai realizzata prima questa ricetta  ho abbondato con le quantità per avere a disposizione materiale per i vari tentativi. Di seguito indico le dosi ridotte, ma  sicuramente, se volete replicare, avrete  un po’ di avanzo dalle varie preparazioni necessarie. Io le ho utilizzate per preparare dei bicchierini. La  parte rimanente della torta di zucca,inoltre,  è buona per la colazione cosi come è, ma i più golosi potranno farcirla con la  ganache o con crema di nocciole in barattolo.

Mattoncino di zucca con croccantino di cioccolato agli amaretti

Gli ingredienti  indicati sono per 6 persone, ovvero si ottengono due mattoncini come quello della foto lunghi 7 cm e largo circa 4, dimensioni  che sono legate anche alle attrezzature che ho a disposizione in casa.
Da ogni mattoncino si ricavano 3 porzioni  da sistemare su dei pirottini, per una migliore  e più pratica degustazione.

Ingredienti per 6 persone

Preparazioni  che si possono e/o si devono fare un giorno prima ( 2/3 giorni prima nel caso della zucca candita se si vuole preparare a casa)

ZUCCA CANDITA

Zucca 350gr
Zucchero 300 gr
Acqua 150 ml
Se volete acquistarla  vi servirà una fettina da 1 cm circa di spessore.
Ho provato a farla con 6 fettine di zucca cruda di mezzo cm di spessore ( 2 etti sbucciata e pulita): ho abbondato nella quantità perché avvicinandosi il Natale i canditi sono sempre utili.
Il procedimento da seguire, dopo aver letto un po’ in giro nel web, è il seguente:
Versare l’acqua e lo zucchero in una pentola, scaldare fino ad ottenere uno sciroppo. Immergervi le fette di zucca e lasciarle cuocere per circa 10/15 minuti, fino a quando non risultano tenere. Spegnere e lasciare la zucca immersa nello zucchero per circa 15 minuti. A questo punto mettere a scolare le fettine su una gratella e conservare lo sciroppo avanzato.
Spennellare i pezzi  con lo sciroppo ogni ora per  4/5 volte poi lasciar seccare in luogo asciutto per  1-2 giorni.
Per essere sincera non avendo una giornata intera disponibile per eseguire queste operazioni , ho allungato i tempi fra una spennellata e l’altra e quindi ho riscaldato qualche volta lo sciroppo per spennellarlo meglio.
Il risultato non è perfetto, ma soddisfacente per lo scopo e come primo tentativo.

TORTA ALLA ZUCCA
Uova 2
Zucchero 90 gr
Burro 40 gr
Liquore all’amaretto 40 ml
Farina 200 gr
Polpa di zucca cotta in forno per un’ora  a 180° 210 gr
Lievito 12 gr

Forno a 180°.
Fondere il burro e tritare finemente al mixer la polpa di zucca.
Montare le uova con lo zucchero fino a che il composto non risulti ben gonfio e spumoso.
Unire, sempre mescolando dall’alto verso il basso, il liquore, il burro e la farina setacciata con il lievito.
Infine aggiungere la polpa di zucca. Quando il composto è omogeneo, versare in uno stampo rettangolare di 22 cm e infornare.
Cuocere per circa 40 min. Prima di sfornare fare la prova stecchino. Far raffreddare.

DACQUOISE  ALLE MANDORLE
Albumi 75 gr
Zucchero semolato 30 gr
Zucchero a velo 20 gr
Mandorle tritate finemente o farina di mandorle 30 gr
Farina 9 gr

Forno a 190°.
Montare a neve gli albumi con lo zucchero semolato finché il composto non risulta bello lucido.
Setacciare la farina e mescolarla insieme ai rimanenti ingredienti  in polvere. Aggiungere alla montata delicatamente usando la spatola.
Distribuire sulla placca rivestita di carta forno in modo da formare un rettangolo di mezzo cm di spessore (la volevo bassa).
Cuocere per 12 minuti. Lasciar raffreddare e poi staccare delicatamente la carta forno, strappandola una striscia alla volta.

CROCCANTINO DI CIOCCOLATO AGLI AMARETTI
Cioccolato fondente 100 gr
Amaretti 100 gr
Zucchero 30 gr
Burro 15 gr
Liquore all’Amaretto 80 ml
Tritare finemente gli amaretti senza ridurli in polvere.
Tritare finemente il cioccolato fondente e scioglierlo insieme al burro a bagnomaria, oppure nel microonde.
In una ciotola, amalgamare i biscotti sbriciolati con lo zucchero, quindi unire anche il cioccolato e il burro sciolto ed infine il liquore. Amalgamare per bene il tutto e mettere a raffreddare in frigorifero per una mezzora coperto da pellicola.
Nel frattempo rivestire con pellicola un piano su cui appoggiare degli anelli in metallo rettangolari in cui andrà versato il croccante. Io ho usato quelli da 7 x 3.5 per avere i bordi del croccantino più precisi in fase finale, ma li potete usare anche di altre dimensioni l’importante è che non siano più lunghi di 20 cm ( ovvero della lunghezza della fetta della torta ) perché poi il composto si può ritagliare, anche se con molta attenzione, perché tende a sbriciolarsi.
Quando l’impasto sarà freddo e un po’ solido spalmarlo negli stampi, premendo in modo che formi uno strato regolare e liscio , come si fa per una cheesecake, di circa 1 cm di spessore.
Rimettere in frigo a consolidare.

GANACHE AL CIOCCOLATO
Cioccolato fondente ( minimo 60 %) 100 gr
Panna liquida 140 ml
Tritare cioccolato, portare a bollore la panna.
Versare il cioccolato nella panna e mescolare bene con una frusta per farlo sciogliere, da ultimo unire il burro morbido e mixare qualche secondo.
Far raffreddare in frigo  la ganache coperta da pellicola, non a contatto, per almeno due ore.
A questo punto montare con le fruste per ottenere una crema da farcitura o decorazione come in questo caso.
BAGNA DI ZUCCHERO E AMARETTO
Acqua 100ml
Zucchero 50 gr
Liquore all’Amaretto 20ml
In un pentolino far sciogliere lo zucchero nell’acqua. Portare a bollore per un paio di minuti.
Una volta che lo sciroppo è ben freddo unire il liquore.

Giorno di degustazione.
MONTAGGIO

Togliere la ganache dal frigo e riscaldarne leggermente 2 cucchiai di in modo che risulti molto morbida (va usata come collante fra le varie parti).

La rimanente tenerla a temperatura ambiente intanto che si prepara il dolce.
Tagliare la torta di zucca in fette di 1 cm scarso di spessore e cm 3.5 di altezza e rifilare i bordi.
Sformare delicatamente il croccante dagli stampi o tagliare dei rettangoli di cm 7×3,5 ( per capirci uguali alla fetta di torta di zucca).

Tagliare dei rettangoli di dacquoise di cm 7 x 4 . Inzuppare le fette di torta con la bagna.
Sovrapporre in orizzontale una fetta di torta di zucca, una fetta di croccantino e un’altra fetta di zucca. Tra l’una e l’altra usare una punta di ganache per ‘incollare’.

A questo punto, dopo aver fatto una prova, spalmare anche sul rettangolo di dacquoise la ganache, senza arrivare al bordo, e appoggiarvi sopra il mattoncino di zucca e cioccolato all’amaretto.

Rifilare la dacquoise eccedente e decorare con ciuffi di ganache al cioccolato e la zucca candita tagliata a mezzaluna e a piccoli pezzetti.
Conservare in frigo, ma tenere a temperatura ambiente circa 20 minuti prima di servire in modo da far ammorbidire  il croccantino.

zucca croccantino al cioccolato

Con questo dolce partecipo al contest ‘Cioccolato e…. zucca’ ospitato questo mese da panedolcealcioccolato.

cioccolato e zucca

Millefoglie di cioccolato e ricotta con salsa di fichidindia

 Volevo preparare una ricetta per il contest ‘ Cioccolato e.. fichi’, del mese di settembre, quando al supermercato mi sono imbattuta in una cassetta di fichidindia dell’Etna Dop.

Devo essere sincera: è un frutto che non  avevo mai assaggiato prima, ma sono rimasta affascinata dai colori e ho pensato che poteva essere l’occasione giusta per  provare.

Dopo qualche difficoltà iniziale per la sbucciatura, ho pensato di utilizzarli creando una salsa di fichidindia con una breve cottura che non facesse alterare  il bellissimo colore del frutto frullato.

Il risultato finale dell’ abbinamento con la ricotta e il cioccolato, a detta degli assaggiatori, è veramente ottimo.

millefoglie di cioccolato con mousse di ricotta e salsa di fichidindia dell'Etna Dop

Millefoglie di cioccolato e ricotta con salsa di fichidindia dell’Etna DOP

BISCOTTO al CACAO
1 uovo
1 albume
75 g di zucchero
12 gr di farina 00
12 gr di fecola
12 gr di cacao amaro

Montare l’albume con 20 gr di zucchero non completamente a neve ferma.
Montare bene l’uovo con 55 g di zucchero fino a che il composto ‘scrive’.
Unire le polveri poco alla volta al composto ed infine gli albumi montati sempre delicatamente mescolando dall’alto in basso per non smontare il tutto.
Distribuire l’impasto su una placca rivestita di carta forno e cuocere a 220° per 7/8 minuti.
Una volta cotto rovesciare su un canovaccio bagnato e strizzato e cosparso di zucchero.
Togliere la carta forno e tagliare delle strisce di circa 4 cm di larghezza. Da ogni striscia ricavare dei rettangoli di 7×4 cm .
Far raffreddare e tenere da parte. Se li mettete in frigo impilateli intervallando ogni rettangolo con carta forno e rivestire con pellicola il tutto.
SALSA DI FICHIDINDIA
4 fichi ( io ho scelto quelli rossi)
40 g di zucchero

Sbucciare i fichi e tagliarli a fettine. Metterli in una padella con lo zucchero.
Portare a bollore facendo restringere leggermente la salsa.
Passare al colino per eliminare tutti i semi e far raffreddare.
Si può preparare il giorno prima e conservare in frigo (per me è la soluzione migliore!)

SFOGLIE DI CIOCCOLATO
100 gr di cioccolato fondente al 62%
Temperate il cioccolato , stendetelo su una banda di acetato di 4 cm di larghezza per uno spessore piuttosto sottile e ricavate 8 rettangoli di 7×4 cm ( come il biscotto).

Una volta raffreddato su 4 sfoglie ricavare dei fori con un attrezzo cilindrico leggermente riscaldato (facoltativo)

MOUSSE DI RICOTTA
400 gr di ricotta di mucca
30 gr di zucchero a velo

Setacciare la ricotta, e lavorarla con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e priva di grumi. Conservare in frigo fino al momento del montaggio.
MONTAGGIO
Su un cartonino rettangolare , far colare una goccia di salsa e adagiare il biscotto al cacao, su cui va spalmato con delicatezza su tutta la superficie la salsa di fichi . Inserire la mousse di ricotta nella sac a poche e coprire il biscotto con ciuffi di mousse.
Versare qualche goccia di salsa sulla parte centrale della mousse. Adagiare una sfoglia di cioccolato non bucata.
Formare un altro strato di ricotta a ciuffi e salsa di fichi.
Completare disponendo la sfoglia di cioccolato con i fori e decorando con gocce di salsa o ricotta.
Nel piatto adagiare la millefoglie e decorare con gocce di salsa e foglioline di menta.
Per i più golosi mettere un po’ di salsa di fichidindia in un bicchierino da versare sul dolce al momento della degustazione.

Con questa ricetta ho partecipato (prima di aprire il blog)  al contest Cioccolato e…. fichi’ ospitato  dal blog Sonnatapaperoga

cio fichi