Cheesecake al pistacchio e cioccolato bianco

Lo so, la foto non è delle migliori, ma ho preparato questa cheesecake al pistacchio  per i colleghi di mio marito la sera: lo scatto  è stato fatto di fretta, al mattino, prima di andare al lavoro.
Poco male perché la  torta, invece, è molto buona: ho preso di base la ricetta di Madalina, aumentando le dosi ( quelle che trovate tra parentesi sono per uno stampo da 24) e  decorandola a modo mio con  croccante al pistacchio e cioccolato bianco fuso con pasta pistacchio.
Ve la consiglio! Potete prepararla in breve tempo e decorarla più semplicemente, anche con una semplice granella di pistacchio che richiama il pistacchio tritato che sta nella base di biscotto.

Cheesecake al pistacchio e cioccolato bianco

cheesecake al pistacchio

Ingredienti per stampo da 16/18 (24 cm)
200 g biscotti Digestive (275)
110 g burro fuso (150)
30 g farina di pistacchi (in alternativa pistacchi tostati e tritati) (41)
1 cucchiaio raso di zucchero di canna
180 ml panna fresca (250)
6 g e mezzo colla di pesce (9)
180 g cioccolato bianco (250)
250 g Philadelphia (345)
35 g zucchero semolato (50)
25 g pasta pura di pistacchi (50)
Per decorare:
croccante ai pistacchi
cioccolato bianco fuso con pasta pistacchi e colorante liposolubile verde

 

Fondere il burro, frullare i biscotti, trasferirli in una ciotola e aggiungere lo zucchero di canna, la farina di pistacchi e il burro. Amalgamare con un cucchiaio.Rivestire la base e il bordo di uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro con un foglio d’acetato o carta forno.
Formare il fondo del cheesecake con i biscotti frullati livellandoli con il dorso di un cucchiaio.Lasciar raffreddare in frigo per almeno 30 minuti.
Nel frattempo mettere la colla di pesce in ammollo in poca acqua fredda e tritare finemente il cioccolato.
Portare  quasi a bollore,in un pentolino capiente, la panna  con lo zucchero semolato.
A questo punto unire la colla di pesce strizzata e, velocemente, amalgamare  per farla sciogliere completamente aggiungendo anche il cioccolato tagliato.
Mescolare con una frusta per sciogliere tutti i grumi, togliere dal fuoco e trasferire in una ciotola capiente. Unire la pasta di pistacchi e il philadelphia e mescolare con la frusta per ottenere una crema setosa e senza grumi. Versare la crema  sul fondo di biscotti e rimettere in frigo per almeno un paio d’ore per rassodare( meglio far riposare almeno 6 ore prima).
Decorare a piacere.

Salva

Fiorellini di frolla al limone con confettura di fragole ed albicocche al cardamomo

I biscotti a base di frolla: ecco il tema della sfida del Mtchallenge  di questo mese.

Il post,che ho letto più  volte, di Juri e Dani del blog Acquaementa, i vincitori della sfida sul brodetto dello scorso mese,  è molto esauriente al riguardo: se   volete sapere  come usare una frolla  classica, montata  o sablè per preparare  i vostri biscotti  leggete il loro articolo.

Sono stata un po’ indecisa  sul  metodo da adottare per preparare  i biscotti  della sfida, ma quando ho letto il Tips&tricks di Caris – Cooking planner sulla frolla  alle mandorle di  GIanluca Fusto, la curiosità ha preso il sopravvento  e mi sono detta:”Proviamo!”. Essendo la prima volta con questa base, ho scelto  una personalizzazione discreta con buccia  grattugiata  di limone  nell’impasto e ne ho testato  la tenuta realizzando  dei fiorellini 3D che  poi ho farcito  con confettura  home made di fragole ed albicocca  al cardamomo. Ho ‘ colorato’ il ricettacolo verde ( questo il termine tecnico) con cioccolato  al pistacchio. Alla fine ne è risultato un biscotto  supergoloso .

Riguardo  alla frolla posso dire  che mi è  piaciuta molto, ed anche se  non ho usato  la teglia microforata ed  il Silpat come suggerito da Caris, i biscotti  si sono cotti bene. Anche la forma, penso grazie al passaggio  in congelatore, si è  mantenuta  come speravo. Da rifare.

Fiorellini di frolla  al limone con confettura di fragole ed albicocche  al cardamomoFiorellini di frolla al limone

 

Ingredienti per 25/30 fiorellini

Per la pasta frolla di Gianluca Fusto

105 g di burro

2.5 g di fior di sale

87,5 g di zucchero a velo

30 g di farina di mandorle

50 g di uovo intero

230 g di farina  debole  (60+170)

5 g di buccia grattugiata di limone

Per la farcitura e decorazione

3 cucchiai di confettura di fragole al cardamomo

3 cucchiai di confettura di albicocche al cardamomo

70 g di cioccolato bianco

30 g di pasta pistacchio

Ammorbidire il burro a 25° C ed unirlo  all’uovo e allo  zucchero a velo  in una planetaria munita di foglia. Amalgamare senza aggiungere bolle d’aria. Unire la farina di mandorla. Legare il tutto con la prima dose di farina (60 g). Amalgamare ancora e aggiungere gradatamente il resto della farina, sempre mescolando in planetaria. Conservare la frolla in frigorifero a 4° C, un po’ schiacciata e d avvolta nella pellicola, per almeno 3 ore (io l’ ho preparata la sera prima e l’ho tenuta tutta la notte).

Passato il tempo di riposo, tirarne fuori dal frigo un po’ alla volta perchè ci vuole un po’ di tempo per preparare il fiorellino, e  la frolla intera rischierebbe di scaldarsi troppo.fiori1

 

Stenderla allo spessore di 4-5mm, aspettare che sia leggermente morbida e ritagliare con uno stampo a fiore.  Spingere delicatamente con il mignolo nella parte centrale del biscotto in modo da ricavare un incavo. Stringere  sempre delicatamente i petali attorno al dito per dare una forma di calice. Man mano mano che si ottengono i fiorellini appoggiarli  dalla parte dei petali, su di un vassoio  che entri in freezer. Senza aspettare di averli fatti tutti, diciamo ogni 5/6,   riporre in congelatore. Devono rimanervi per 50/60 minuti  calcolando il tempo dall’ultimo biscotto inserito.

A questo punto disporre i fiori a testa in giù  su una placca ricoperta con carta forno e cuocere in forno ventilato a 160° a valvola aperta o statico a 170° C con un cucchiaio di legno nello sportello finchè non risultano  leggermente dorati (a me ci sono voluti 15 minuti).

Farli raffreddare, sempre a testa in giù. Nel frattempo tritare il cioccolato  a pezzettini e farlo sciogliere al microonde a bassa potenza o a bagnomaria.Unire la pasta pistacchio e mescolare bene. Intingere la base dei fiorellini nel cioccolato al pistacchio e appoggiarli sempre a testa in giù su un vassoio da porre in frigo per far rassodare più velocemente il cioccolato.

Dopo una ventina di minuti i fiorellini sono pronti ad essere farciti con la vostra confettura preferita,l’importante è che non contengano pezzi. Io ho usato,  tra quelle homemade della dispensa,  le confetture di fragole  e di albicocche al cardamomo, il quale da freschezza e richiama l’aroma del limone della frolla.

Per inserirle, le ho scaldate un pochino al microonde e con l’aiuto di una sac a poche usa e getta, ho spremuto un po’ di confettura all’interno di ogni fiorellino.

A completamento ho aggiunto qualche fogliolina di frolla ricoperta di cioccolato al pistacchio.

fiori3

Con questa ricetta partecipo all’MTC56 di aprile

fiorellini di frolla al limone

 

Crème brûlée con cioccolato al pistacchio

Crème brûlée con cioccolato al pistacchio, ovvero è bello constatare che anche le cose semplici da preparare possono riscuotere successo.

Un classico dolce al cucchiaio, praticissimo perché è facile da fare, si può preparare in anticipo e richiede solo poco tempo per essere servito in tavola.
Sul fondo, a sorpresa, uno strato di cioccolato e pistacchio per stupire e deliziare gli ospiti, la famiglia ed anche se stessi!
Per questa occasione, il Contest ‘Di Cucina in cucina- I dolci al cucchiaio’, ho finalmente inaugurato le cocottine in vetro pronte da tempo ad entrare in azione, e che ormai temevano di essere trascurate per sempre.

Crème brûlée con cioccolato al pistacchio

Crème brûlée con cioccolato al pistacchio

Per 6 persone
100 g di cioccolato bianco
5 tuorli d’uovo
300 ml di latte intero
450 ml di panna liquida
40 g di pasta pistacchio
80 g di zucchero
1 cucchiaio di miele
zucchero di canna per caramellare

Accendere il forno a 120°C.
Tritare il cioccolato a pezzi e versarlo in una ciotola. Portare ad ebollizione 150 ml di panna con il miele e versare in tre volte sul cioccolato, mescolando continuamente fin quando non è ben sciolto. Aggiungere la pasta pistacchio e i pistacchi tritati grossolanamente amalgamando bene il tutto.

Dividere il cioccolato al pistacchio in 6 cocottine e conservare in frigo per almeno 15 minuti.
Sbattere i tuorli con lo zucchero finché sbianchiscono, poi aggiungere il latte ed il resto della panna. Versare nelle terrine e cuocere in forno per 40 minuti su una teglia con acqua. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente prima di mettere in frigo per almeno 3 ore.
Tolti dal frigo asciugare la superficie della crema con carta assorbente. Cospargere di zucchero di canna e passare la fiamma del cannello o sotto il grill del forno molto caldo. Ripetere 3 volte la stessa operazione, per rendere la crosticina di zucchero croccante.
Servire subito in tavola.Crème brûlée con cioccolato al pistacchio

Con questa ricetta partecipo al contest “Di cucina in cucina – I dolci al cucchiaio”
di “Poesie di zucchero e farina”
contest-di-cucina-in-cucina