Vellutata dolce ai mirtilli

Vellutata dolce ai mirtilli

ovvero

Crema inglese ai mirtilli, crostini di ricotta al limone, scaglie di cioccolato con briciole di zucchero ai mirtilli

Prima della trasferta a Cecina per la finale del Contest ‘Pomodoro e Pasta 2.0’, per non farvi sentire la mia mancanza, vi propongo  questo dessert, preparato  qualche settimana fa per il concorso #NeffYourSoul dove si dovevano utilizzare una serie di ingredienti  assegnati (cioccolato,ricotta,limone,uova e mirtilli) per creare un piatto in 90 minuti di tempo.

Sono arrivata a questa proposta dopo aver fatto una serie di tentativi  che non mi avevano convinto. Stavo quasi per rinunciare quando, la mattina dell’ ultimo giorno che avevo a disposizione, ho cambiato completamente ricetta e mi sono inventata, senza fare ulteriori prove, questa vellutata dolce ai mirtilli. Considerando  tutto,  sono soddisfatta  di questo dolce al cucchiaio sia dal punto di vista del gusto che dell’aspetto: l’unica modifica che apporterei riguarda la quantità di mirtilli  nella crema inglese che  forse andrebbe leggermente aumentata.vellutata dolce ai mirtilli

Le dosi indicate sono per  2/3 porzioni

Crema ai mirtilli

Schiacciare leggermente 30 g di mirtilli. Preparare una crema inglese portando ad ebollizione 100 g di latte e 35 g di panna.  In una ciotola mescolare 20 g di tuorlo con 30 g di zucchero. Una volta che il latte è caldo versarlo a filo sui tuorli, amalgamare e portare sul fuoco sempre mescolando fin quando la crema. Dopo qualche minuto aggiungere i mirtilli schiacciati. Quando la temperatura della crema raggiunge gli 82-85°C, o vela il cucchiaio, togliere immediatamente dal fuoco e passarla al setaccio raccogliendola in una ciotola fredda o immersa in acqua e ghiaccio, schiacciando molto bene i mirtilli. Mescolare la crema, coprirla con pellicola a contatto e metterla in frigo.

Crostini di ricotta al limone

In una ciotola mescolare 10 g di zucchero con mezzo cucchiaino di scorza di limone grattugiata. Aggiungere 100 gr di ricotta, 5 g di fecola,  e un cucchiaio di succo 5 g di succo di limone. Amalgamare  bene .Sbattere 1 uovo con 90 g di zucchero e montare finché il composto risulta ben gonfio e spumoso. Unire delicatamente alla ricotta . Versare in uno stampo di  20cm di diametro rivestito con carta forno. Cuocere in forno a 160° per circa 40/45 minuti. Far  raffreddare e  una volta freddo ritagliare dei dischetti  circolari.

Briciole di zucchero ai mirtilli

Versare in un pentolino 100 g di zucchero con 3 cucchiai di acqua. Far sciogliere  fin quando  non si formano delle bolle (112°) versare  40 g di mirtilli e mescolare rapidamente. Quando alcuni mirtilli iniziano a rompersi e lo zucchero si colora di  rosso togliere dal fuoco. Con una paletta di legno togliere i mirtilli dalla padella ed appoggiarli su di un piattino.  Staccare  anche lo zucchero  e posarlo con attenzione  sul piatto spezzandolo per formare delle briciole.  Far raffreddare.

Scaglie di cioccolato bianco con zucchero ai mirtilli

Sciogliere 70 gr di cioccolato bianco tritato finemente al microonde o a bagnomaria. Versare il cioccolato in un conetto di carta forno e su una banda di acetato,  colare il cioccolato formando un disegno irregolare incrociato. Mentre il cioccolato raffredda appoggiarvi sopra le briciole di zucchero più piccole. Far raffreddare in frigo.  Quando il cioccolato risulta indurito, staccare dall’acetato e spezzare in pezzi non troppo piccoli.

Composizione

In un piatto versare un paio di cucchiai di crema ai mirtilli e disporre 3 crostini di ricotta.  Aggiungere le briciole di zucchero, le scaglie di cioccolato e qualche mirtillo fresco.

vellutata dolce ai mirtilli

 

 

 

 

Crostata alla Coca Cola e ricotta (avanzi di Capodanno)

Dal 1° gennaio è partito il “Calendario del Cibo Italiano 2016 – AIFB”: ogni giorno e ogni settimana sono dedicati ad un piatto o ad un prodotto tipico della tradizione gastronomica italiana.
Questa è la “Settimana degli Avanzi” di cui è Ambasciatrice Cinzia del blog Cindystarblog che ha scritto un articolo molto interessante sul tema.

Potrà sembrare strana la mia scelta di partecipare proponendo una crostata alla Coca Cola e ricotta, ma ogni volta che riassetto dopo una festicciola in casa, mi chiedo sempre cosa fare della  poca Coca Cola avanzata che ho comprato per l’occasione. In casa, infatti, non siamo grandi consumatori della bevanda ed il più delle volte, dopo qualche giorno di stand-by in frigo e qualche assaggio da parte mia, va a finire che sono costretta a buttare (mio malgrado) quanto rimane.

Anche quest’anno, dopo la festa di Capodanno, di fronte all’ennesima mezza bottiglia rimasta mi sono ritrovata a pormi di nuovo la domanda. Complice un pomeriggio freddo e piovoso, pensa che ti ripensa, ho deciso di provare a trovare una risposta e così, dopo un’occhiata veloce nel frigo ed in dispensa, è nata questa crostata alla Coca Cola e ricotta  preparata con gli avanzi di Coca Cola, ricotta ( residuo di torte salate varie)  e canditi che avevo in casa.
Dato che ero in vena di sperimentazione ho scelto di utilizzare la Coca Cola  sia nel ripieno che nella frolla  e di non usare le uova, anche per ridurre l’apporto di grassi che non sono certi mancati nella ricca dieta di questi giorni di festa. Chi vuole, però,può tranquillamente ricorrere ad una frolla tradizionale: naturalmente il gusto risulterà più ricco data la presenza delle uova e del burro.
Per la crema alla Coca Cola sono partita dalla ricetta della crema all’acqua di Chiarapassion;  debbo dire  che anche senza l’aggiunta della ricotta ha un gusto piacevole, e potrebbe essere utilizzata per farcire torte per gli amanti della bevanda. Per la frolla ho adattato alle mie esigenze le dosi di frolla all’acqua che ho trovato in giro nel web.

Se avete voglia di provare un dolce facile, leggero e delicato e  avete una Coca Cola aperta in frigo,  eccovi la ricetta.

#avanzipertutti

Crostata alla Coca Cola

CROSTATA ALLA COCA COLA E RICOTTA
Dosi per stampo da 18cm

Crema alla Coca Cola e ricotta
150 gr di Coca Cola
120 gr di zucchero
30 gr di amido
15 gr di burro
150 gr di ricotta
Scorza di ½ arancia grattugiata
Cubetti arancia candita (facoltativi)
In un pentolino mescolare a freddo l’amido e 75 gr di zucchero,versare la Coca Cola a filo, mescolare bene e aggiungere il burro. Far cuocere a fuoco basso sempre mescolando (ci vuole veramente pochissimo) finché si addensa, togliere dal fuoco,versare in un’altra ciotola e mettere raffreddare in frigo  coperta da pellicola.
Una volta ben fredda mescolare la ricotta setacciata con lo zucchero, unire la crema alla coca cola, la scorza di arancia e se volete i cubetti canditi. Lavorare il composto con una frusta in modo da renderlo omogeneo e conservatelo al fresco.

Pasta frolla alla Coca Cola
85 gr di farina
45 gr di amido
38 gr di zucchero
40 gr di coca cola
20 gr di olio di semi
2 gr di lievito
1 pizzico di sale
Preparare la frolla versando in una ciotola la coca cola, l’olio e lo zucchero e il sale. Mescolare e aggiungere la farina setacciata insieme alla fecola e al lievito. Impastare il tutto velocemente formando un panetto da mettere in frigo coperto di pellicola per circa 30 minuti.
Nel frattempo accendere il forno a 170° e rivestire uno stampo di 18 cm di diametro con carta forno o imburrarlo.
Tirare fuori dal frigo la frolla e stenderla con il matterello. Disporla nello stampo, bucherellarla con una forchetta e versarvi la crema di ricotta e Coca Cola. A piacere decorare con cubetti di arancia candita.
Cuocere per 30 minuti.( Verificate sempre con il vostro forno)
Servire  la crostata alla Coca Cola e ricotta una volta fredda e spolverata generosamente di zucchero a velo.

Millefoglie di cioccolato e ricotta con salsa di fichidindia

 Volevo preparare una ricetta per il contest ‘ Cioccolato e.. fichi’, del mese di settembre, quando al supermercato mi sono imbattuta in una cassetta di fichidindia dell’Etna Dop.

Devo essere sincera: è un frutto che non  avevo mai assaggiato prima, ma sono rimasta affascinata dai colori e ho pensato che poteva essere l’occasione giusta per  provare.

Dopo qualche difficoltà iniziale per la sbucciatura, ho pensato di utilizzarli creando una salsa di fichidindia con una breve cottura che non facesse alterare  il bellissimo colore del frutto frullato.

Il risultato finale dell’ abbinamento con la ricotta e il cioccolato, a detta degli assaggiatori, è veramente ottimo.

millefoglie di cioccolato con mousse di ricotta e salsa di fichidindia dell'Etna Dop

Millefoglie di cioccolato e ricotta con salsa di fichidindia dell’Etna DOP

BISCOTTO al CACAO
1 uovo
1 albume
75 g di zucchero
12 gr di farina 00
12 gr di fecola
12 gr di cacao amaro

Montare l’albume con 20 gr di zucchero non completamente a neve ferma.
Montare bene l’uovo con 55 g di zucchero fino a che il composto ‘scrive’.
Unire le polveri poco alla volta al composto ed infine gli albumi montati sempre delicatamente mescolando dall’alto in basso per non smontare il tutto.
Distribuire l’impasto su una placca rivestita di carta forno e cuocere a 220° per 7/8 minuti.
Una volta cotto rovesciare su un canovaccio bagnato e strizzato e cosparso di zucchero.
Togliere la carta forno e tagliare delle strisce di circa 4 cm di larghezza. Da ogni striscia ricavare dei rettangoli di 7×4 cm .
Far raffreddare e tenere da parte. Se li mettete in frigo impilateli intervallando ogni rettangolo con carta forno e rivestire con pellicola il tutto.
SALSA DI FICHIDINDIA
4 fichi ( io ho scelto quelli rossi)
40 g di zucchero

Sbucciare i fichi e tagliarli a fettine. Metterli in una padella con lo zucchero.
Portare a bollore facendo restringere leggermente la salsa.
Passare al colino per eliminare tutti i semi e far raffreddare.
Si può preparare il giorno prima e conservare in frigo (per me è la soluzione migliore!)

SFOGLIE DI CIOCCOLATO
100 gr di cioccolato fondente al 62%
Temperate il cioccolato , stendetelo su una banda di acetato di 4 cm di larghezza per uno spessore piuttosto sottile e ricavate 8 rettangoli di 7×4 cm ( come il biscotto).

Una volta raffreddato su 4 sfoglie ricavare dei fori con un attrezzo cilindrico leggermente riscaldato (facoltativo)

MOUSSE DI RICOTTA
400 gr di ricotta di mucca
30 gr di zucchero a velo

Setacciare la ricotta, e lavorarla con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e priva di grumi. Conservare in frigo fino al momento del montaggio.
MONTAGGIO
Su un cartonino rettangolare , far colare una goccia di salsa e adagiare il biscotto al cacao, su cui va spalmato con delicatezza su tutta la superficie la salsa di fichi . Inserire la mousse di ricotta nella sac a poche e coprire il biscotto con ciuffi di mousse.
Versare qualche goccia di salsa sulla parte centrale della mousse. Adagiare una sfoglia di cioccolato non bucata.
Formare un altro strato di ricotta a ciuffi e salsa di fichi.
Completare disponendo la sfoglia di cioccolato con i fori e decorando con gocce di salsa o ricotta.
Nel piatto adagiare la millefoglie e decorare con gocce di salsa e foglioline di menta.
Per i più golosi mettere un po’ di salsa di fichidindia in un bicchierino da versare sul dolce al momento della degustazione.

Con questa ricetta ho partecipato (prima di aprire il blog)  al contest Cioccolato e…. fichi’ ospitato  dal blog Sonnatapaperoga

cio fichi