Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte

Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte

Parliamo di legumi questo mese all’Italia nel piatto.

I legumi sono alla base della dieta mediterranea sin dai tempi più antichi e per questo troviamo nella nostra penisole tante diverse coltivazioni.

Nel Molise  le coltivazioni migliori e più caratteristiche  si trovano sopra gli 800 metri di altitudine, come i Fagioli di Riccia e di Acquaviva di Isernia e il fagiolo ciliegino di Vastogirardi. La cicerchia è invece prodotta a Baranello in provincia di Campobasso.

Per quanto riguarda la lenticchia piuttosto nota è quella di Capracotta dalla forma corta e schiacciata a disco.

In generale nell’Alto Molise troviamo le lenticchie verdi  che e si differenziano dalle classiche lenticchie di colore marrone, perchè non si sfaldano durante la cottura.

Fra tutti questi bei legumi ho scelto di utilizzare proprio le lenticchie, in una zuppa che arriva dalle cucine di Agnone. Sicuramente non un piatto  che la famiglia  trovava in tavola tutti i giorni perchè è una zuppa molto ricca .

Un vero piatto unico perchè i legumi sono accompagnati dalle pallotte di carne, polpettine di maiale e pecorino che conferiscono gusto e sapidità al tutto.

Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte

 

Per 6 persone
300 g di lenticchie
500 g di passata di pomodoro
Mezza cipolla affettata finemente
Una foglia di alloro
Un ciuffo di prezzemolo tritato
400 g di polpa di maiale tritata finemente
3 uova
200 g di mollica di pane
q.b. di latte
100 g di pecorino non molto stagionato
Pepe
Sale
Olio di oliva

Ammorbidire nel latte la mollica di pane  sbriciolata finemente. In una ciotola amalgamate la carne , le uova, il pecorino, il pane ammollato e strizzato, il prezzemolo. Salare e pepare. Deve risultare un composto omogeneo  e morbido. Formare delle polpettine grandi come una noce. Buttatele in una pentola di acqua bollente e farle cuocere per almeno un’ora.

Pulire le lenticchie, lavarle e cuocerle in una pentola con acqua fredda a fuoco moderato  con l’alloro.

Salare verso fine cottura.

Quando le polpette sono quasi pronte, versate l’olio in una  casseruola e fatevi appassire la cipolla. Aggiungete la passata, salate e fate ridurre la salsa lentamente.

Unite le pallotte con un po’ del loro brodo,le lenticchie con un po’ di acqua di cottura.

Lasciate insaporire tutto insieme per alcuni minuti.

Servite la zuppa di lenticchie e pallotte con crostoni  di pane abbrustolito.

Piatti di legumi di tutta Italia
Liguria: marò di fave
Friuli-Venezia Giulia:   Zuppa di orzo e fagioli
Emilia-Romagna: Pancetta e piselli 


6 thoughts on “Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.