Crackers gluten free ai semi e con sumac e carote

Crackers  gluten free ai semi e con sumac e carote

Non vi stupite se questa ricetta di crackers  inizia con il procedimento per il latte di mandorle.

Non mi sono confusa. In realtà  questi buonissimi crackers  gluten free si preparano con la polpa di scarto del latte di mandorle, così  si ottiene un ‘ottima bevanda e si hanno a disposizione degli snacks irresistibili.

Non poteva essere altrimenti  con una ricetta che  è tratta da un libro vegan.

Nel nostro caso Whole Food Cooking Everyday di  Amy Chaplin che sfoglieremo questa settimana con le amiche di Cook _my _books.

Se amate il crunch food non perdetevi questi crackers, anche se non siete vegan.

Partiamo dunque dal

Latte di mandorle

130 g di mandorle lasciati a bagno per una notte in 480 ml di acqua minerale
960 ml di acqua minerale
Un pizzico di sale marino fino
Posizionate  un colino su una ciotola media e rivestitelo con diversi strati di garza o un canovaccio da cucina sottile  ben pulito.

Scolate e sciacquate le mandorle e trasferiteli in un frullatore ad immersione.

Aggiungere i 960 ml di acqua e il sale e frullare ad alta velocità fino a ottenere un composto completamente omogeneo, circa 45 secondi.

Versate questo liquido il latte nel colino foderato, unite i bordi del panno e spremete delicatamente il latte nella ciotola finché non viene estratto quanto più liquido possibile e rimane la polpa secca che dovete mettere da parte per preparare i crackers. parte

Il latte di mandorle può essere usato subito o conservato ben chiuso in frigorifero fino a 5 giorni o congelato fino a 3 mesi dopo averlo versato in un barattolo di vetro. Agitare bene prima dell’uso.

Note
Se avete l’estrattore potete utilizzarlo al posto del frullatore ad immersione.
Procediamo ora con i crackers senza cereali
crackers gluten free

Ricetta base

Dose per una grande teglia da forno

70 g di semi di zucca crudi
65 g di semi di girasole crudi
65 g di semi di sesamo crudi non decorticati
½ cucchiaino di sale marino in scaglie (o un ulteriore 1/4 cucchiaino di sale marino fino)
115 g di polpa di mandorle, conservata dalla produzione del latte di mandorle
5 g di bucce di psillio
40 ml  di acqua minerale
15 ml di olio extravergine di cocco fuso
½ cucchiaino di sale marino fino

Posizionate una griglia al centro del forno e preriscaldate il forno a 150°C . Preparate la teglia da forno.

Frullate i semi di zucca in un robot da cucina fino a tritarli grossolanamente. Trasferite in una ciotola media, aggiungete i semi di girasole, i semi di sesamo e il sale in scaglie e mescolare.

Mettete la polpa di mandorle, le bucce di psillio, l’acqua, l’olio e il sale marino fino nel robot da cucina e azionate per unire il composto. Raschiate i lati e frullate nuovamente.

Versate il composto nella ciotola con i  semi e mescolate bene con le mani, schiacciando il tutto tra le dita fin quando non risulta ben amalgamato. All’inizio sembrerà che non ci sia abbastanza umidità, ma continuando a mescolare il tutto si unirà.

Raccogliete l’impasto in una palla e posizionatelo al centro di un grande foglio di carta da forno.

Appiattite leggermente l’impasto, coprite con un secondo foglio di pergamena e utilizzate un mattarello per stenderlo uniformemente in un rettangolo leggermente più piccolo delle teglie e spesso 3 mm.

Cercate di esercitare una pressione extra al centro dell’impasto in modo che non sia più spesso dei bordi. Togliete il foglio superiore di carta da forno e fate scivolare l’impasto, sempre sulla carta da forno, su una teglia; l’impasto potrebbe strapparsi leggermente, ma si può ricomporre facilmente.

Cuocete per 20 minuti . Togliete la teglia dal forno, sollevare un lato della carta forno insieme al cracker e capovolgete  il cracker sulla teglia ( si potrebbe rompere un po’).

Togliete la carta forno  e cuocete i cracker per altri 15-20 minuti, finché non saranno croccanti. Togliere dal forno e mettere su una griglia a raffreddare.

Quando il foglio di cracker è abbastanza freddo da poter essere maneggiato, spezzettatelo.

Se il centro del cracker non dovesse risultare completamente croccante, rimettetelo  questa parte in forno per altri 5 minuti circa.

Conservate i cracker raffreddati in un contenitore ermetico per un massimo di 3 settimane.

Cracker di carote e sumac

1 ricetta di cracker senza semi con 15 ml di acqua
15 g di sumac macinato
70 g di carota grattugiata

Preparate i cracker seguendo le istruzioni della ricetta base, aggiungendo il sumac al composto di semi e  utilizzando la quantità di acqua indicata sopra. Mescolate bene. Aggiungete metà delle carote grattugiate nel robot da cucina insieme alla polpa di mandorle e frullate fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Proseguite come indicato, aggiungendo all’impasto finito le restanti carote grattugiate, mescolando bene con le mani.



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.