Cheesecake alla pesca melba

Cheesecake alla pesca melba

Il classico dessert gelato, la pesca melba, è l’ispirazione per questa cheesecake. Si dice che l’originale sia stato creato per la famosa soprano Dame Nellie Melba, servito con gelato per calmare la sua voce. Piena di pesche succose e frutti di bosco freschi, sono sicuro che avrebbe approvato questa cheesecake. Servire con palline di gelato alla vaniglia per accompagnare, se lo si desidera.

Ricordo che a metà degli anni Ottanta  le cheesecake sono arrivate dal mondo anglosassone nei nostri ristoranti. Dopo una prima iniziale curiosità, per anni  ho ignorato  questo tipo di dolce.  Pensavo fosse una moda temporanea e questo mi creava una certa diffidenza.

Ho cominciato a preparare cheesecakes molti anni dopo, seguendo una ricetta di una signora conosciuta ad un corso di cucina e poi ne addirittura ne ho creata una per partecipare al MTChallenge.

Oggi, nel blog, ritorno sul tema grazie al libro della settimana Cook_my_Books: Cheesecake , appunto.

È una carrellata di cheesecakes una più bella dell’altra, così pieno di spunti  che ho decretato che questo libro sia da tenere sempre sullo scaffale in cucina e mi sono fatta tentare da ben due ricette.

La prima è questa cheesecake alla pesca Melba che viene inserito dall’autrice Hannah Miles nel capitolo delle cheesecakes classiche probabilmente perché  ispirata al famoso dessert  gelato.

E un classico diventerà anche a casa mia  perché  la torta è riuscitissima, annoverata fra quelle da preparare  per un risultato di  sicuro successo.

Cheesecake alla pesca melba

cheesecake alla pesca melba

 

Per una torta  per 12 persone

Per il guscio
300 g  di biscotti al latte
150 g di  burro fuso
125 g  di lamponi
Per il ripieno
4 fogli di gelatina
4 pesche mature, snocciolate
100 g di zucchero semolato bianco
200 g di formaggio spalmabile
250 g di ricotta
150 ml di panna fresca

 

PER IL TOPPING
1 confezione di gelatina per crostate
oppure
2 fogli di gelatina
il succo appena spremuto di 2 limoni
2 cucchiai e mezzo di zucchero semolato
3 pesche mature
125 g di lamponi
una tortiera rotonda a cerniera da 23 cm, unta e foderata con carta forno

 

Per preparare il guscio  tritare i biscotti in un robot da cucina fino a ridurli in polvere o metterli in un sacchetto di plastica pulito e schiacciarli con un mattarello.

Trasferire i biscotti sbriciolati in una ciotola e aggiungere il burro fuso. Compattare la polvere di biscotti  burro sulla base e sui lati della tortiera preparata utilizzando il dorso di un cucchiaio.

È necessario che le briciole arrivino a circa 3-4 cm di altezza sul lato della tortiera in modo che formino un guscio per il ripieno. Cospargere i lamponi sulla base.

Per il ripieno, ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda  finché non saranno morbidi. Frullare le pesche fino a ottenere una consistenza liscia in un frullatore o in un robot da cucina.

In una ciotola capiente, sbattere con una frusta lo zucchero, il formaggio e la ricotta fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso.

Versare la panna doppia in una ciotola resistente al calore posta sopra una pentola di acqua bollente e scaldare la panna finché non sarà appena tiepida (io ho usato il microonde).

Strizzare i fogli di gelatina e aggiungerli alla panna tiepida, mescolando fino a quando non saranno sciolti. Passare la panna al setaccio per eliminare eventuali pezzi di gelatina non sciolti, quindi incorporarla al composto di formaggio. Incorporare la purea di pesche, quindi versare il ripieno nel guscio di biscotti briciole e livellarlo. Mettere in frigo a rassodare.

Per la glassa, se si usa la gelatina in confezione, prepararla seguendo le istruzioni sulla confezione.

Se  si prepara la glassa in casa, immergere i fogli di gelatina in acqua finché non si ammorbidiscono.

In un pentolino, scaldare leggermente il succo di limone e lo zucchero con 250 ml di acqua finché lo zucchero non si sarà sciolto e il liquido sarà caldo ma non bollente. Strizzare l’acqua dai fogli di gelatina e aggiungerli nella padella, mescolando fino a quando non saranno sciolti (non far bollire il liquido perché ciò causerebbe alla gelatina di perdere le sue proprietà di solidificazione.)

Passare la glassa attraverso un colino, quindi lasciare raffreddare leggermente, ma non farla rassodare.

Tagliare le pesche per la copertura a fettine sottili e disporle sopra la cheesecake. Cospargere con i lamponi e poi versarci sopra con attenzione sulla glassa raffreddata. Conservare in frigo fin quando la glassa non si è rappresa.



2 thoughts on “Cheesecake alla pesca melba”

  • Un dolce buonissimo ! vorrei sapere se i fogli di gelatina sono quelli da 2 gr ciascuno ? e quanto peserebbero (circa) 4 pesche denocciolate ? grazie

    • Ciao Maria Chiara. Ho usato i fogli di gelatina da 2 grammi. Per quanto riguarda le pesche la ricetta viene riportata la trascrizione del libro. Le mie erano di pezzatura media, ma non le ho pesate sinceramente. Se rifai la cheesecake fammi sapere se ti è piaciuta.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.