Trifle alle pere e panjiri

Trifle alle pere e panjiri

Per la seconda ricetta da Mother Tongue di Gurdep Loyal ho scelto un dolce. Un trifle alle pere e panjiri: cinquanta sfumature di marrone date dal panjiri unito alle pere speziate al cardamomo, al pan di spagna e  alla crema pasticcera.

Il Panjiri è un dolce tradizionale del Punjabi fatto con farina cotta nel burro, zucchero a velo e burro chiarificato, jaggery, arachidi e spezie.

Anche stavolta Gurdep Loyal crea una delizia. Buona e bella. Il Panjiri  da solo crea dipendenza, la frutta speziata è piacevolissima, la combinazione  con il pan di spagna, la crema e la panna aromatizzata all’acqua kewra fa il resto, in una ricetta proprio riuscita

Trifle alle pere e panjiri
trifle alle pere e panjiri
Per 6 persone
Per il panjiri
200 g di frutta secca mista sgusciata non salata
(noci, mandorle, pistacchi, nocciole, noci pecan)
75 g di semi di lino
35 g di semi di sesamo bianco
65 g di burro chiarificato
250 g di semola grossa
1 cucchiaio di semi di finocchio, tritati
1 cucchiaio di zenzero macinato
75g scaglie di cocco tostato
½ cucchiaino di sale marino fino
30 g di jaggery o zucchero di canna scuro
100 g di zucchero a velo
Per le pere
500 g di pere Conference, tritate
1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato finemente
4 cucchiai di zucchero di canna scuro
semi di 8 baccelli di cardamomo verde, schiacciati
75 g di uva sultanina
1 cucchiaio di scorza di limone grattugiata finemente, più 4 cucchiai di succo di limone
½ cucchiaino di sale marino fino
Per servire
Panna fresca da 300 ml
1¼ cucchiaino di acqua kewra
450 g di crema pasticcera fresca
un piccolo  pan di Spagna acquistato in negozio, a cubetti
fette di pera fresca o secca, per servire

Preparare il panjiri.

Preriscaldare il forno ventilato a 165°C quindi tostare la frutta secca su una teglia per 7–8 minuti. Togliere dal forno e lasciare raffreddare completamente.

Successivamente tostare i semi di lino in una padella capiente per 3-4 minuti. Quando iniziano a scoppiare, coprire con un coperchio e cuocere agitando per 1 minuto, quindi versarli in un robot da cucina. Tostare i semi di sesamo nella padella per 1-2 minuti finché non diventano dorati. Versarli in un robot da cucina, quindi frullare insieme i 2 semi fino a ottenere una polvere molto fine.

Nella stessa padella sciogliere il burro chiarificato, quindi aggiungere il semolino, il finocchio e lo zenzero. Cuocere per 10–15 minuti – mescolando continuamente con una spatola – finché il semolino non sarà dorato e croccante. Raffreddare completamente, quindi versarlo nel robot da cucina. Frullare la frutta secca tostata, il semolino, la polvere di semi di lino e sesamo, le scaglie di cocco tostate, il sale, il jaggery (o lo zucchero di canna scuro) e lo zucchero a velo per 1-2 minuti. Deve avere una consistenza friabile ma non completamente polverizzata. Conservare in un contenitore ermetico.

Per le pere, preriscaldare il forno a 180°C ventilato.

In una teglia profonda, unire le pere, lo zenzero grattugiato, lo zucchero di canna scuro, il cardamomo tritato, l’uva sultanina, la scorza e il succo di limone e il sale.

Cuocere in forno per 30-40 minuti, mescolando ogni 15 minuti, fino a quando la frutta sarà teneramente ammorbidita ma non sfasciata. Togliere dal forno e far raffreddare completamente.

Montare la panna a una densità media, quindi mescolare con l’acqua di kewra.

Comporre a strati il ​​panjiri, le pere speziate, la crema kewra, la crema pasticcera fresca e la torta in bicchieri da martini o un grande ciotola.

Terminare con fettine di pera fresca o secca e una generosa spolverata di panjiri.

Il panjiri è delizioso anche da solo con una tazza di tè o cosparso di un denso yogurt greco con miele.



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.